Rivista di psicoanalisi - ISSN 0391-7274

Ma alla fine è un asino o un unicorno? La tormentosa storia di Freud con l’Omosessualità

TitleMa alla fine è un asino o un unicorno? La tormentosa storia di Freud con l’Omosessualità
Publication TypeJournal Article
Year of Publication2019
AuthorsCrapanzano, A.
Secondary TitleGli Argonauti
Volume160
Issue2
Pagination119-133
Date Published07/2019
PublisherPadova University Press
Place PublishedPadova, IT
ISSN Number0391-7274
Keywordscontraddizioni, contradictions, Freud, homosexuality, modelli teorici, omosessualità, psicanalisi, psychoanalysis, theoretical models
Abstract

Spiegare l’evoluzione della relazione tra Freud e omosessualità è impresa difficile. Infatti, la mancanza negli scritti di Freud di un’opera unicamente incentrata sullo sviluppo di una teoria dell’omosessualità e la presenza di diverse e talvolta contradditorie formulazioni teoriche rintracciabili in diverse sue opere hanno contribuito all’origine di una profonda confusione su tale tema. Ciò ha generato un utilizzo discutibile delle sue affermazioni da parte di alcuni psicoanalisti a lui successivi. Infatti, alcuni psicoanalisti postfreudiani hanno rielaborato le idee freudiane o in maniera non innovativa al fine di confermare le originali idee di Freud sul tema o in maniera utilitaristica al fine di meglio sostenere le loro personali opinioni tese a considerare l’omosessualità o come una forma normale di sessualità o come una patologia. In questo articolo, l’autore si propone di descrivere i principali modelli teorici proposti da Freud sull’omosessualità evidenziandone ambiguità e contraddizioni. In particolare, vengono discusse le teorie freudiane sull’omosessualità vista come una perversione e le implicazioni di tale visione sulle teorie del Complesso di Edipo, Narcisismo, Bisessualità Universale e Trattamento.

Explaining the evolution of the relationship between Freud and homosexuality is a difficult undertaking. In fact, the lack in Freud’s writings of a work solely focused on the development of a theory of homosexuality and the presence of different and sometimes contradictory theoretical formulations traceable in several of his works have contributed to the origin of a profound confusion on this issue. This generated a questionable use of his statements by some psychoanalysts later. In fact, some post-Freudian psychoanalysts have reworked Freudian ideas or in a non-innovative way in order to confirm the original ideas of Freud on the subject or in a utilitarian way in order to better support their personal opinions aimed at considering homosexuality or as a normal form of sexuality or as a pathology. In this article, the author intends to describe the main theoretical models proposed by Freud on homosexuality, highlighting its ambiguities and contradictions. In particular, Freudian theories on homosexuality as a perversion and the implications of this view on the theories of the Oedipus Complex, Narcissism, Universal Bisexuality and Treatment are discussed.

URLhttps://argonauti.padovauniversitypress.it/2019/2/3